Ivan Bellarosa vince il titolo assoluto del Campionato Italiano Prototipi 2010

03/10/2010

Ivan Bellarosa vince il titolo assoluto del Campionato Italiano Prototipi 2010

03/10/2010 – Dopo la matematica conquista del titolo di classe CN2 al Mugello con tre gare di anticipo, il round conclusivo di Monza ha consacrato Ivan Bellarosa vincitore del titolo assoluto del Campionato Italiano Prototipi 2010.

Il pilota bresciano, autore della pole position, in gara ha immediatamente preso il comando acquisendo nei primi giri oltre otto secondi di vantaggio. L’entrata in pista della safety car ha però vanificato i suoi sforzi tanto da costringerlo alla ripartenza a sfilare secondo alla prima variante, una posizione comunque utile a conquistare il titolo, mantenuta senza correre rischi fino alla bandiera a scacchi.

Notevoli i numeri del successo di Bellarosa, che quest’anno portava al debutto la rivoluzionaria Wolf GB08-Honda: nei nove appuntamenti disputati è sempre partito dalla prima fila e per tre volte dalla pole position, conquistando due vittorie, sette secondi posti, cinque giri più veloci in gara e 122 punti in classifica, cinque di vantaggio sull’avversario più diretto.

Ancora più impressionanti i dati in CN2, dove uno storico en-plein sottolinea un dominio praticamente incontrastato: Bellarosa chiude la infatti la stagione con la vittoria e la pole position di classe in tutti i nove rounds, che lo portano a conquistare il titolo con 90 punti, il massimo matematicamente possibile.

Ivan Bellarosa:
“La Wolf GB08 è stata concepita fin dall’inizio per essere una vettura vincente e competitiva anche nei confronti delle CN4. Già nello shakedown del primo esemplare, in inverno, era emersa la validità del progetto e il successivo sviluppo, che è proseguito durante tutta la stagione, ha seguito tutta la pianificazione prevista senza incontrare problemi.
I risultati in pista sono stati entusiasmanti e già in Luglio è arrivato il titolo in CN2, una classe dove la nostra barchetta è diventata immediatamente il punto di riferimento. Nel titolo assoluto la lotta è stata più combattuta e siamo orgogliosi aver conquistato anche il successo più prestigioso, che premia il grande lavoro svolto da tutto il team durante l’anno”.