Il bilancio di metà stagione di Wolf Racing Cars

15/07/2015

Il bilancio di metà stagione di Wolf Racing Cars

15/07/2015 – Giunti al giro di boa della stagione è tempo per i primi bilanci in casa Wolf Racing Cars.

Nella European Le Mans Series Josè Ibanez (FRA) e Ivan Bellarosa (ITA) al volante della Oreca 03 numero 45 brandizzata Wolf sono sempre andati a punti nelle tre gare finora disputate e il team Ibanez Racing occupa l’ottavo posto in classifica con 16 punti. Positivo anche l’esordio alla 24 ore di Le Mans, conclusa all’ottavo posto di classe LM P2.

Nel Belcar Trophy la Wolf GB08 del team ufficiale Avelon Formula sta dominando con Ivan Bellarosa, leader della classifica a punteggio pieno con 100 punti, sei di vantaggio sui più diretti avversari. Nella top ten anche l’equipaggio Kumpen/Longin/Belien, nono con l’altra Wolf GB08 a quota 64.

Il dominio delle Wolf GB08 si estende anche nella 3 Ore Endurance Champions Cup, dove monopolizzano le prime due posizioni nella categoria Bronze. Davide Amaduzzi (ITA) e Luca Pirri (ITA) sono in testa con 81 punti, seguiti da Nicola De Val (ITA) con 66. Un’ulteriore soddisfazione è arrivata nel round di Misano con la vittoria assoluta di Belotti-De Val sotto i colori di Avelon Formula.

Nel Supercar Challenge l’equipaggio Schumacher/Van Splunter di Bas Koeten Racing è in testa forte di due vittorie, mentre nel campionato portoghese CNV José Pedro Faria (POR) e Miguel Cristóvão (POR) sono in piena lotta per il titolo con la Wolf GB08 del team CRM Motorsport, attualmente seconda a pochi punti dalla leadership.

Giovanni Bellarosa (Wolf Racing Cars, General Manager):
“Chiudiamo con un bilancio nettamente positivo la prima parte della stagione, che ha confermato la Wolf GB08 come vettura da battere sia a livello nazionale che internazionale. Anche la stagione di debutto nella ELMS sta procedendo secondo i nostri piani: l’obiettivo per le prime gare era quello di accumulare esperienza e siamo soddisfatti di essere entrati stabilmente in zona punti; puntiamo ora a compiere un notevole passo avanti nella seconda parte di stagione. Aver chiuso nella top-ten la 24 ore è stato un ulteriore motivo di orgoglio e ci ha dato conferma delle nostre potenzialità”.